Evitare scasso portone blindato

Evitare scasso portone blindato 4.00/5 (80.00%) 3 voti

Buongiorno,

mi chiamo Franco e ti scrivo per avere un consiglio, vivo in un appartamento con la mia famiglia all’interno di una palazzina condominiale dove si sono verificati diversi tentativi di furto, per questo motivo ho deciso di acquistare ed installare un sistema d’allarme. Come ben si sa, di solito la principale via d’accesso per i ladri è il portone d’ingresso, che nel mio caso è un portone blindato un po’ vecchiotto, di una quindicina di anni più o meno. La mia più grande preoccupazione non è tanto il furto in casa (calcolando che non tengo all’interno gioielli, soldi e oggetti preziosi), bensì la rottura del portone, che oltre a crearmi danni economici mi porterebbe anche un bel trauma dal punto di vista psicologico. A questo punto ti chiedo, esistono dei sistemi che rilevano la scassinatura del portone, magari attraverso gli attrezzi del mestiere, e faccia partire l’allarme prima che avvenga l’effrazione? Inoltre, secondo te, collegare una telecamera di videosorveglianza dentro lo spioncino della porta (sempre se realizzabile a livello tecnico) possa essere d’aiuto? Ti ringrazio in anticipo per la consulenza e l’attenzione che vorrai dedicarmi, spero tu riesca a fare luce sui miei dubbi!

Un saluto e tanti complimenti per il tuo blog!

Franco 

 

Buongiorno Franco,

grazie tante per i complimenti, l’opinione dei miei lettori è fondamentale per continuare a fare bene! Allora, innanzitutto devo dirti che il portone di casa si può proteggere usando due sistemi principali: i contatti magnetici d’apertura e i sensori che rilevano la vibrazione. I primi (in commercio ne esistono di specifici per i portoni blindati), si installano incassandoli nel telaio, restando invisibili ad occhio nudo (dunque ce ne guadagna anche l’aspetto estetico). Questa tipologia di sensori, però, ha il compito di rilevare solo l’apertura indesiderata del serramento, pertanto l’allarme parte nel momento in cui la porta è già aperta o sfondata.

Calcolando il tuo desiderio di prevenire i danni economici e di evitare che la porta venga forzata con conseguenze psicologiche sul nucleo familiare, sono preferibili dei sensori che rilevano le vibrazioni, in grado di intercettare le scosse tipiche delle pratiche di scasso da parte di ladri e vandali. Questa tipologia di rilevatori, che oltre tutto risultano abbastanza economici, facilmente reperibili in commercio e semplici da installare, possono convivere senza problemi con qualsiasi sistema di sicurezza, dando all’impianto una opportuna e potenziata protezione.

Detto ciò è comunque importante ribadire che questa è soltanto la prima fase di difesa, poiché è senza dubbio consigliabile impiagare anche un sensore volumetrico per il monitoraggio e la protezione dell’ingresso della casa. Infine, per ciò che riguarda la tua domanda sulla telecamera di videosorveglianza da montare all’interno dello del portone, posso dirti per esperienza personale che sicuramente può rappresentare un valido aiuto per il controllo della situazione quando non si è in casa, ma al contempo, contro i furti con scasso, non ha alcun tipo di utilità, per cui la sua efficienza e validità sono da circoscrivere ad un solo aspetto.

Aspetto i tuoi aggiornamenti sulla situazione! Auguri

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *