Contatti magnetici e sensori inerziali colorati

Contatti magnetici e sensori inerziali colorati 4.80/5 (96.00%) 3 voti

Domanda:

Buon pomeriggio,

mi chiamo Francesca e ho deciso di scriverti poiché ho bisogno di un tuo parere. Ho necessità di installare dei contatti magnetici e degli inerziali di vibrazione per proteggere le aperture della mia abitazione, sapresti darmi una spiegazione sulle loro caratteristiche e funzioni? Inoltre dovrei applicarli sia su alcune finestre marroni che su delle persiane verdi. A tal proposito vorrei realizzare un lavoro discreto e gradevole da un punto di vista estetico, per questo vorrei tingerli con un po’ di vernice per poterli mimetizzare con l’arredamento. Secondo te così facendo potrebbero perdere potenza inficiando il corretto funzionamento del sistema d’allarme? Grazie per l’aiuto e per la tua grande disponibilità.

Cordiali saluti

Francesca 

 

Risposta:

Buon pomeriggio Francesca,

parto con le caratteristiche e le funzioni dei contatti magnetici d’apertura: si tratta di piccoli apparecchi che vanno applicati sui 2 battenti delle finestre o delle porte, per far sì che quando vengono allontanati a causa dell’apertura indesiderata del serramento in questione, si blocchi il campo magnetico da loro stessi generato. Dunque il loro compito, quando viene rilevata l’apertura, è quello di inviare nell’immediato un segnale d’avviso alla centralina, che a sua volta fa scattare l’allarme anti intrusione. Per quanto riguarda l’aspetto estetico, i contatti si trovano in commercio sotto forme diverse: possono essere quindi rettangolari, cilindrici o dotati di una determinata filettatura per l’inserimento delle viti. Al di là delle specifiche, questi apparecchi sono tutti di piccole dimensioni e non invasivi, poiché verniciati della stessa nuance degli infissi si mimetizzano perfettamente. Nell’ambito della componentistica dei sistemi di antifurto per le case o per gli uffici, nella maggior parte dei casi ne occorrono soltanto un paio, naturalmente di polo opposto. I contatti magnetici d’apertura sono inoltre molto economici e perfetti per individuare i tentativi di intrusione ad opera di ladri e malfattori.  

Passo ora ad illustrarti i requisiti dei sensori di vibrazione inerziali: questi ultimi, anche indicati come sensori anti rottura dei vetri, possono essere installati su superfici come le inferriate, i vetri e le persiane: questi apparecchi, anch’essi di piccole dimensioni, servono a rilevare le vibrazioni e le oscillazioni provocate da eventuali tentativi di effrazioni da parte di malviventi. Questi sensori, pertanto, sono molto importanti poiché consentono di evidenziare gli urti e i movimenti di qualsiasi natura, tipici dei tentativi di furto, prima che i danni e l’intrusione possano essere effettivamente portati a compimento.  I rilevatori inerziali di vibrazione, grazie al loro principio di funzionamento, risultano quindi ideali per tutelare le persiane, le finestre, le porte blindate, i vetri, le vetrine e così via, poiché rilevano il tentativo di forzare o spaccare l’infisso prima che l’ospite indesiderato possa introdursi in casa.

Infine, per quanto riguarda la domanda sull’eventualità di colorarli, invece di verniciali e stare là a sporcare tutto, ti informo che li propongono in commercio già in diversi colori.

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *