Antifurto casa al primo piano

Antifurto casa al primo piano 4.30/5 (86.00%) 3 voti

Buonasera,

mi chiamo Samuel e ti contatto per avere un tuo parere: in pratica sono stato letteralmente costretto dai ladri a cercare un buon sistema di antifurto che possa proteggere sia la mia abitazione che il mio garage interrato. L’appartamento si trova al primo piano di una palazzina condominiale alla periferia di Genova, ha un portone di ingresso, un lungo terrazzo al quale si può accedere tramite una vetrata scorrevole e cinque finestre. Il box auto è interrato e presenta una porta basculante di alluminio. In casa non ho la predisposizione per il passaggio dei fili, per cui sto valutando anche all’installazione di telecamere per la videosorveglianza, una da posizionare sulla terrazza così da controllare il cortile condominiale, e l’altra all’interno dell’appartamento. Secondo la tua esperienza in materia, cosa potrebbe essere più idoneo alla mia situazione? Su cosa potrei orientarmi? Grazie in anticipo per l’aiuto e per tutti i consigli che mi darai!

Un saluto,

Samuel 

 

Risposta:

Buonasera Samuel,

allora, leggendo la descrizione che mi hai riportato nella mail, ti consiglio, come primo passo, di proteggere le varie aperture della casa attraverso l’installazione di sensori a con lente tenda (garantiscono la protezione di una superficie piana proiettando dall’alto verso il basso una barriera a raggi infrarossi discreta ed efficace, in grado di attivarsi in maniera intelligente anche quando il varco è aperto). Questi piccoli dispositivi vanno applicati nella parte alta dell’infisso, sono piacevoli e discreti da un punto di vista estetico e puoi trovarne in commercio anche wireless, quindi senza fili; tra gli altri vantaggi, parliamo di una soluzione che ti consente di raggiungere un buon livello di protezione anche quando ti trovi in casa. Per potenziare la sicurezza, ti suggerisco anche di aggiungere due sensori volumetrici per la protezione dell’ambiente interno della casa, mentre invece, per quanto riguarda il box auto, sceglierei una centralina compatta mono zona fornita sia di sirena che di chiave, collegata alla porta basculante tramite un contatto magnetico d’apertura.

Invece, per ciò che concerne il discorso sulle telecamere di videosorveglianza, ti suggerisco di fare attenzione che la videocamera che posizioneresti sul terrazzo non inquadri il suolo pubblico o comunque un’area di passaggio, poiché se così fosse potresti incorrere in problematiche relative al fattore privacy. Inoltre, restando nell’ambito della videosorveglianza, ti informo che le telecamere dovrebbero essere del modello “Day & Night” (questi dispositivi con funzione Day & Night riescono a visualizzare i colori normali in condizioni in cui l’illuminazione è sufficiente, quindi con la luce del girono, e nei momenti in cui l’illuminazione scarseggia, quindi in notturna; eventualmente è possibile anche incrementare la sensibilità della telecamera sfruttando la visione a infrarossi), o al massimo, in alternativa, le telecamere andrebbero affiancate da un illuminatore a raggi infrarossi per avere un giusto livello di luminosità nelle situazioni in cui la luce scarseggia e nelle ore notturne. Spero di aver risposto alle tue domande in modo puntuale ed esaustivo, tienimi aggiornato, e se dovessi avere bisogno di altri consigli o chiarimenti torna pure a scrivermi! Un saluto e a presto

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *