Collegare linea antisabotaggio 24h

Collegare linea antisabotaggio 24h 4.70/5 (94.00%) 3 voti

La linea antisabotaggio è una linea del sistema di allarme dedicata all’antisabotaggio dell’antifurto che è predisposta per rilevare il corretto collegamento di tutti i dispositivi (sensori, sirene, ecc.) alla centrale.
La linea antisabotaggio è nota anche come linea 24h in quanto è sempre attiva (24 ore su 24, appunto), indipendentemente dal fatto che l’allarme sia inserito o meno, e ha la funzione di proteggere il sistema da eventuali manomissioni come tagli di cavo o rimozioni degli apparati anche quando il sistema di allarme non è attivo: se, ad esempio, un sensore viene manomesso la linea genererà un allarme identificato come sabotaggio.
Il funzionamento della linea antisabotaggio 24h si basa sul tamper, ossia un micro interruttore posto all’interno dei sensori e dei vari apparati in grado di rilevare l’apertura degli involucri.
La linea antisabotaggio 24h è unica per tutto l’impianto e ad essa vanno collegati in serie tutti gli apparati che ne fanno parte (sensori, sirene, ecc.). Per effettuare il collegamento in serie di tutti i sensori alla linea antisabotaggio bisogna far partire dal tamper di ciascun sensore 2 fili, collegare i fili dei vari apparati tra loro e infine collegarli ai morsetti della centrale. Il collegamento dei fili dei vari apparati tra loro è necessario in quanto la centrale dispone solo di 2 morsetti dedicati alla linea antisabotaggio 24h, dunque solo 2 fili potranno esservi collegati. Supponendo di avere, per esempio, 4 sensori e di avere per ciascuno di essi un filo verde e uno bianco: bisognerà prendere il filo bianco del primo sensore e collegarlo al filo verde del secondo, prendere il filo bianco del secondo sensore e collegarlo a quello verde del terzo e così via finché non resteranno soltanto il filo verde del primo sensore e quello bianco dell’ultimo; questi 2 fili andranno collegati ai 2 morsetti della centrale. È consigliabile collegare in serie non più di tre o quattro sensori in quanto in caso di guasto la ricerca del sensore da sotituire potrebbe risultare molto complicata.
Va assolutamente evitato il collegamento dei vari tamper in parallelo: con questo tipo di collegamento, infatti, bisognerebbe far “scattare” tutti i tamper contemporaneamente prima che si generi l’allarme di sabotaggio e ciò è contrario alla logica della linea antisabotaggio, che ha la funzione invece di rilevare anche una minima manomissione di un singolo sensore! Il collegamento in serie dei vari apparati tra loro è un’operazione abbastanza semplice, basta avere un po’ di manualità e non sarà necessario rivolgersi ad un installatore specializzato: le confezioni dei kit fai da te contengono tutte le istruzioni necessarie. Inoltre, molto spesso i produttori mettono a disposizione dei clienti delle ore di assistenza fruibili da remoto, per cui in caso di difficoltà sarà sufficiente farsi guidare da un operatore.

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *