Videosorveglianza – Tecnologie per elaborazione dei video

Videosorveglianza – Tecnologie per elaborazione dei video 3.90/5 (78.00%) 2 voti

Elaborare un video, oggi, è semplice, in quanto esistono tante tecnologie per la loro elaborazione. La scelta della tecnica dipende dall’applicazione usata e dall’ambito in cui si usa il sistema video; le principali sono la scansione interlacciata e quella progressiva.

  • La scansione interlacciata impiega le tecniche usate per i raggi catodici (quelli delle vecchie tv) che dividono lo schermo in 576 righe orizzontali, suddividendole in pari e dispari. Le righe vengono aggiornate alla velocità di 25 fotogrammi al secondo e un ritardo comporta distorsioni e seghettature. Una compensazione alla scansione interlacciata è la tecnica de deinterlacciamento che elimina le distorsioni e migliora la qualità del video. La scansione interlacciata è stata usata per anni nelle telecamere analogiche, nei sistemi VHS e nei televisori.
  • La scansione progressiva è tipica dei sistemi video LCD, TFT, DVD  e digitali in senso lato. Con la scansione progressiva le immagini vengono acquisite riga per riga a intervelli di un sedicesimo di secondo. In questa scansione non c’è bisogno di computer perché le immagini vengono disposte sullo schermo in tempo reale e in sequenza ordinata, in questo modo non è previsto sfarfallamento. E’ una tecnica consigliata nella videosorveglianza, quando è necessario rilevare i dettagli nelle immagini in movimento.   

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *