Sostituire sensore tapparelle a fune

Sostituire sensore tapparelle a fune 4.40/5 (88.00%) 3 voti

I sensori per tapparelle a fune servono per rilevare eventuali tentativi di intrusione alle finestre quandole tapparelle sono abbassate. Il sensore si attiva quindi quando qualcuno cerca, dall’esterno, di alzare le tapparelle per introdursi in casa. Per dei guasti o per una semplice sostituzione può essere necessario smontare e cambiare i sensori per tapparelle. Il procedimento può variare a seconda del tipo di sensore utilizzato. Quando i sensori sono attivi è possibile tenere le tapparelle parzialmente sollevate. Il sensore infatti rileva la posizione delle tapparelle e segnala ogni movimento o variazione non autorizzati. Questi sensori per tapparelle si rivelano un elemento essenziale per i sistemi di allarme perimetrali, perchè permettono di rilevare tentativi di intrusione ancora prima che il ladro cominci a lavorare allo scasso.

I sensori per tapparelle a filo sono molto semplici da disinstallare e sostituire. Se il sensore è dotato di soli due fili è sufficiente staccarli e provvedere alla sostituzione del sensore. I fili staccati segnaleranno alla centrale la linea aperta e quindi l’allarme non dovrebbe scattare. Una volta collegato il nuovo sensore il contatto si richiude e il sistema di allarme perimetrale ricomincia a funzionare normalmente. Se vi sono invece altri fili collegati, si tratta di quelli del segnale di antimanomissione. Smontando il sensore la centralina rileverà il fatto e lo segnalerà come un tentativo di scasso, facendo scattare l’allarme. Sarà quindi necessario, prima di intervenire sui sensori, mettere la centralina in modalità manutenzione, in modo da escludere il segnale antimanomissione. Questo serve ad evitare che i ladri possano intervenire sui sensori disattivandoli dall’esterno, perché la centralina rileva il tentativo e lo segnala. La modalità manutenzione invece informa la centralina che i lavori sull’impianto sono autorizzati e non sono tentativi di intrusione. La modalità manutenzione si attiva in modalità diverse a seconda della centralina. Per inserirla è necessario consultare il manuale della centralina stessa o rivolgersi ai produttori. Conclusa la sostituzione del sensore sarà necessario chiudere la modalità manutenzione per permettere al sistema di allarme perimetrale di tornare attivo.

I sensori per tapparelle a fune si installano solitamente all’interno del cassone in cui si avvolge la serranda, per cui sono dispositivi economici, sottili e molto discreti. In commercio vi sono sensori a filo cioè, collegati via cavo al sistema di allarme e alla centralina, ma anche wireless. In questo caso non vi sono cavetti da scollegare per smontare e sostituire il sensore. Bisognerà soltanto staccare il filo che collega il sensore alla fune avvolgibile della tapparella. Al momento di sostituire il sensore sarà però necessario escludere dal sistema di allarme il dispositivo vecchio ed inserire quello nuovo, in modo che la centralina non si aspetti più di ricevere segnali wireless dal sensore smontato e rilevi invece quelli del nuovo dispositivo. Anche in questo caso potrebbe essere necessario mettere la centralina in modalità manutenzione, per evitare che l’interruzione del segnale del sensore dismesso non sia rilevato come un tentativo di manomissione dell’impianto. Centraline di diverse marche o modello potrebbero avere dei procedimenti diversi per l’installazione di nuovi dispositivi wireless all’interno del sistema di allarme. Il consiglio migliore è di consultare il libretto di istruzioni o il manuale tecnico della centralina prima di provvedere all’intervento. Il pericolo è quello di lasciare contatti aperti o fare rilevare il proprio intervento come un tentativo di manomissione.

I sensori per tapparelle sono direttamente collegati con la fune che serve per alzare e abbassare la serranda. In questo modo possono rilevarne il movimento. Quando il sistema di allarme perimetrale viene attivato il sensore memorizza la posizione della tapparella, anche se è parzialmente aperta. Da quel momento ogni tentativo di alzarla o abbassarla viene percepito come un tentativo di intrusione dal sensore. Questo trasmette il segnale alla centralina, via cavo, wireless o tramite un segnale radio, che fa scattare l’allarme. I sensori sulle tapparelle sono un metodo molto efficace per proteggere le finestre sia durante la notte che durante il giorno, perchè è possibile inserire l’allarme anche quando le tapparelle sono sollevate. Questo sistema è utile soprattutto nelle calde notti d’estate, perchè permette di essere protetti anche quando le finestre sono aperte e le tapparelle sono parzialmente alzate, in modo da far passare un po’ d’aria.

Il vantaggio dei sensori da tapparella è che sono economici, facili da installare e assicurano una protezione perimetrale molto efficace. Il sensore inoltre si installa all’interno del cassone dell’avvolgibile, in questo modo risulta del tutto invisibile, non rovinando l’estetica dei locali. Ovviamente perchè il sistema funzioni tutte le finestre devono essere protette con sensori simili, altrimenti rimarrebbero dei varchi aperti nella protezione perimetrale, permettendo l’accesso indisturbato di malintenzionati e ladri. Per questo è importante che tutti i sensori funzionino in modo ottimale. Quando uno si guasta o, per qualsiasi motivo, va sostituito, è necessario provvedere al più presto. In questo modo tutti gli accessi all’appartamento sono controllati dal sistema e si impediscono accessi non autorizzati.

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *