Sensori wireless per le tapparelle

Sensori wireless per le tapparelle 4.70/5 (94.00%) 3 voti

Oggi il problema della sicurezza è importante sia per una casa indipendente, sia per un appartamento in città. La scelta di un sistema di antifurto è fondamentale per proteggere la propria abitazione, al pari dell’installazione di una porta blindata, l’impiego di serrature aggiuntive, inferriate e recinzioni.

Le centrali antifurto contengono l’hardware e la programmazione che consente di attivare l’allarme. A essa sono collegati i sensori, la tastiera e gli accessori supportati. I sensori montati sulle tapparelle offrono un buon livello di sicurezza dai ladri occasionali di passaggio. I malintenzionati sono infatti scoraggiati se avvertono che l’abitazione è ben protetta (interno ed esterno).

Quali dispositivi fai da te possono essere utili per salvaguardare la nostra casa dall’intrusione dei ladri? Per balconi e giardini sono diversi i sensori in commercio da poter montare all’interno delle tapparelle o nelle zone adiacenti alle finestre. 

Ogni tipologia di sensore comunica con la centrale via cavo o via wireless. Il primo tipo di allarme è costituito da componenti che vengono collegati da una rete di cavi elettrici incassati nei muri della casa da proteggere. Il secondo tipo non necessita di cablaggio perché alimentato da batterie a lunga durata e dispositivi che comunicano tramite onde elettromagnetiche.
Ecco un elenco dei sensori wireless per tapparelle più utilizzati:

– sensori a cordino senza fili: ideali per tapparelle, saracinesche e avvolgibili, sono in grado di rilevare, nel caso di un’intrusione, del taglio, o del sollevamento delle serrande di casa. Si installano all’interno del cassone dell’avvolgibile. Solitamente sono dotati di appositi cordini lunghi circa 3 metri.
– sensori di movimento a microonde o ultrasuoni: funzionano grazie all’emissione di impulsi sonori ultrasonici che rilevano l’eco di ritorno generato dalla presenza di una persona o di un oggetto. Le variazioni rilevate dalla mappatura di rimbalzi fanno scattare l’allarme wireless installato.
– sensori di movimento a infrarossi: sfruttando la luce infrarossa, questo tipo di rilevatori permettono di scoprire le variazioni di temperatura di un corpo e dell’ambiente circostante. Vengono utilizzati sia all’interno che all’esterno su balconi e in giardino. Il calore corporeo di un individuo viene rilevato e attiva l’allarme quando è inserito.
– sensori a doppia tecnologia: sono i rilevatori più completi in commercio: hanno perfezionato le loro funzionalità e prestazioni. Grazie al tecnologia integrata evitano i falsi allarmi che possono causare ad esempio il passaggio di animali domestici, oggetti o foglie trasportate dal vento. Molto spesso questa tipologia di sensori montano sistemi integrati, a microonde e infrarossi, per far scattare la sirena dell’allarme quando entrambi i sistemi sono attivati, riducendo quindi il rischio di errori.

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *