Sensori antifurto per animali domestici: come funzionano

sensori antifurto per animali domestici
4.5/5 - (11 votes)

Nell’ambito di un sistema di sicurezza è importante tenere sempre in considerazione i sensori antifurto per animali domestici. Stiamo parlando di quelli che possono essere considerati dei falsi allarmi. Molti si preoccupano del fatto che, quando un animale domestico passa in presenza di un rilevatore di movimento, possa scattare l’allarme. Gli antifurti sono in grado di distinguere tra un’intrusione non autorizzata e il passaggio di un cane o di un gatto davanti ai sensori? Il problema attualmente è stato risolto grazie alle ultime tecnologie nel settore. Basta scegliere un sistema di allarme efficace per avere a disposizione dei sensori pet friendly a tutti gli effetti.

I sensori pet friendly

I sensori volumetrici disponibili attualmente in commercio fanno parte di numerose tipologie e nella maggior parte dei casi, se si fa riferimento a sistemi di qualità, sono capaci di distinguere il passaggio degli animali dalle presenze umane. Si tratta proprio dei sensori pet friendly, che a volte vengono chiamati anche pet immune.

È un ottimo modo per proteggere la casa facendo attenzione alla sicurezza e all’affidabilità del sistema antifurto. Questi sensori infatti hanno a disposizione un sistema che consente di rilevare il peso e la massa di chi passa davanti ad essi, analizzando anche il movimento e la temperatura del corpo.

Proprio in questo modo sarà possibile evitare qualsiasi falso allarme che potrebbe essere determinato dal passaggio di un animale domestico.

Bisogna naturalmente fare attenzione al posizionamento dei sensori antifurto in caso di presenza di animali domestici in casa. È importante installare gli appositi sensori ad un’altezza adeguata, per evitare di fare in modo che cani o gatti possano causare dei danni ai sensori stessi.

È opportuno poi considerare con attenzione, nella fase di posizionamento dei sensori, l’orientamento e l’angolo relativo alla copertura.

Le telecamere di videosorveglianza e le app

Esiste poi un’altra possibilità molto interessante che consente di monitorare costantemente un’abitazione. Stiamo parlando delle telecamere di videosorveglianza, che permettono di controllare regolarmente ciò che accade all’interno dell’edificio.

È possibile a questo proposito utilizzare l’app che di solito viene messa a disposizione degli utenti di un antifurto e che può essere installata su smartphone e tablet, per ricevere notifiche in tempo reale in qualsiasi situazione ed evitare dei falsi allarmi.



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.