Come scegliere la videosorveglianza?

come scegliere la videosorveglianza
Come scegliere la videosorveglianza?
4.4 (88%) 3 voti

Come scegliere la videosorveglianza? Poter garantire la sicurezza in casa è davvero fondamentale, non soltanto per gli oggetti di valore che abbiamo all’interno della nostra abitazione. La sicurezza è un fattore determinante, che deve essere portato avanti anche e soprattutto per garantire l’incolumità delle persone che abitano in un immobile. Per questo spesso si è alla ricerca delle migliori soluzioni per avere a disposizione un sistema di allarme affidabile. Parliamo proprio dei moderni kit di videosorveglianza, che ci aiutano a rendere al sicuro l’edificio che vogliamo proteggere.

Da quali elementi sono composti i kit di videosorveglianza

Un buon sistema di videosorveglianza per la protezione di un edificio solitamente mette a disposizione diversi elementi, a partire dalle telecamere wireless. Spesso si tratta di kit che vengono venduti in maniera completa e che presentano un numero abbastanza ampio di telecamere, una quantità che può arrivare anche a otto.

Un kit di videosorveglianza dovrebbe mettere a disposizione anche un registratore DVR/NVR, in modo che si possano conservare le riprese in caso di necessità. Se il modello di registratore ha a disposizione anche una tecnologia 3G, inoltre, può essere raggiungibile in qualsiasi situazione.

È bene avere a disposizione un kit per la videosorveglianza che possa offrire anche un hard disk esterno, per conservare le registrazioni effettuate grazie al sistema di telecamere. Inoltre nel kit sono presenti anche l’alimentatore e i cavi per permettere all’impianto di sicurezza di funzionare nel modo corretto.

Le tipologie di kit

La scelta del sistema di videosorveglianza per la casa deve prevedere gli elementi di cui abbiamo parlato. Ma esistono differenti tipologie di kit, che variano per le loro caratteristiche. Ad esempio ci sono i kit IP, che permettono un collegamento diretto alle telecamere in qualsiasi luogo ci si trovi, utilizzando una connessione alla rete attiva e un’applicazione disponibile per computer, per smartphone o per tablet.

Esistono poi i kit analogici, che possono risultare più economici, ma che non mettono a disposizione un collegamento attraverso una connessione ad internet. Sono dei sistemi adeguati se ad esempio non si hanno esigenze eccessive o se si deve controllare un’area in cui non c’è un alto traffico.

Possiamo ricordare poi i kit di videosorveglianza HD-CVI, che forniscono delle riprese di alta qualità.

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *