Ci si può fidare dell’installatore?

Ci si può fidare dell’installatore? 4.00/5 (80.00%) 2 voti

Salve,

mi chiamo Marta e ti scrivo per raccontarti ciò che mi è successo, poiché penso che potrebbe interessare a parecchi lettori! Al momento della scadenza dei 3 anni di garanzia del mio impianto di antifurto, è andato in avaria un rilevatore volumetrico. Ho contattato un tecnico, è arrivato in casa ed ha riparato il sensore in avaria chiedendomi 80 euro; il problema, però, è che passate due settimane la problematica si è ripresentata tale e quale. A questo punto mi è venuto un forte dubbio e ti domando se ciò che ho pensato è plausibile oppure no: visto che gli installatori hanno la possibilità di variare i contatti telefonici dove far arrivare l’allarme, e potrebbero anche attivare dalla loro postazione determinate funzioni del sistema di antifurto, è plausibile che possano creare loro stessi delle avarie e dei malfunzionamenti a distanza così da costringere l’utente a contattarli più volte? So che si tratta di una forte affermazione, ma l’assurdità che mi ha portato a pensare tutto questo è che l’anomalia si è palesata per ben due volte alle undici e mezza della sera… Spero tu possa darmi una mano a capirci qualcosa, grazie mille!

Cordialmente

Marta

 

Risposta:

Salve Marta,

prima di tutto ti ringrazio per la tua testimonianza, sono contento di poter approfondire una questione come questa. Allora, per prima cosa ci tengo a specificare che naturalmente gli installatori non sono tutti identici, in circolazione ci sono professionisti molto seri e professionali, altri abbastanza in gamba ed altri che purtroppo risultano essere dei veri e propri cialtroni senza competenze. Detto questo, esaminiamo il tuo caso nello specifico, ti faccio notare che se il malfunzionamento che ti si è ripresentato è lo stesso che aveva richiesto il precedente intervento, allora sei tutelato per via della garanzia sulla riparazione (per legge!). Visto che hai pagato la riparazione, la parte riparata è di nuovo coperta dalla garanzia di due anni, secondo quanto previsto dal Codice Civile. Diversamente, nel caso si tratti di un altro tipo di difetto, allora è solamente sfortuna.

Per ciò che concerne la fiducia fra il cliente e il fornitore, sottolineo che l’installatore non ha la possibilità di accedere ai controlli della centralina, ma può ricevere le segnalazioni delle anomalie per garantire una migliore assistenza. Il controllo a distanza di cui parli si può abilitare soltanto con il consenso del proprietario e deve essere autorizzato alla firma del contratto, per cui ti rispondo che si può effettuare alcun intervento per provocare le anomalie. Naturalmente alle soprese non c’è mai fine, ma è vero anche che per i tecnici è anche anti economico muoversi in questo modo, e in caso di denuncia del cliente vedrebbe annientata la propria carriera. Ciò non significa che, se non sei soddisfatto del tuo installatore, tu non possa montare fai da te il sistema d’allarme. On line si possono reperire molti e-commerce che inviano il materiale corredato dai manuali necessari per l’installazione, è molto facile ed intuitivo, te lo assicuro! Un saluto e in bocca al lupo per tutto! 

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *