Sistema di Antifurto filare: wireless o misto

Sistema di Antifurto filare: wireless o misto 4.80/5 (96.00%) 2 voti

Optare per il giusto impianto di antifurto non è facile, soprattutto se si riflette sul fatto che gli aspetti da prendere in considerare sono davvero numerosi, così come sono molte e diversificate le necessità di ogni utente. La prima grande domanda riguarda la scelta di dotarsi di un antifurto filare oppure wireless (senza fili): quale potrebbe essere il migliore tra i due? Prima di tutto è bene specificare che in commercio esistono tre categorie di sistemi di antifurto: c’è l’antifurto filare (via cavo) che per poter essere installato necessita del cablaggio; poi c’è l’antifurto wireless che funziona ed opera grazie alle onde radio; infine esistono i sistemi misti: questi ultimi, dal nome, includono sia parti filari che i sensori via radio.

I sistemi filari presuppongono e prevedono che tutti gli elementi vengano installati e collegati alla centrale tramite i cavi: pertanto risulta essenziale che la casa possieda la predisposizione, ossia la giusta sistemazione dei tubi che consentono la messa in posa e quindi il passaggio dei cavi. In caso contrario l’installazione risulterà difficile e anche costosa per via degli eventuali lavori di muratura. I cavi utilizzati nella fare di installazione degli antifurto filari possiedono due importanti caratteristiche: sono certificati e schermati; questo significa che non possono prendere fuoco e che sono resistenti alle interferenze. È importante anche tenere distinti i cavi elettrici da quelli propri dell’antifurto, in quanto si rischiano i falsi allarmi. I cavi antifurto si possono far passare all’interno delle canaline esterne, anche se è consigliabile evitare questa pratica, perché può mettere a rischio l’intero sistema, esponendolo alle eventuali manomissioni per mano dei malintenzionati.

I sistemi antifurto senza fili (wireless), risultano invece molto più semplici da installare: la fase più importante è quella della configurazione: infatti, una volta configurati con la centrale antifurto i telecomandi, i sensori, le sirene e così via, si potrà tranquillamente procedere al loro posizionamento all’interno dei vari ambienti. È importante posizionare la centrale, il cuore dell’impianto, in una zona nascosta e discreta, e fare anche particolare attenzione che sia equidistante da tutti gli altri elementi sopra citati. Arrivati a questo punto non resta che controllare che la centrale comunichi con tutti i componenti e che non ci siano problematiche riguardo al segnale.

Per quanto riguarda i sistemi misti, questi risultano tra gli altri due i più completi, in quanto meno soggetti alle manomissione ed alle interferenze. Per poter installare un sistema antifurto di tipo misto è importante possedere un minimo di predisposizione, anche se alcuni elementi come le telecamere e i sensori sono senza fili.

Parlando invece di costi, tra i tre sistemi il più economico è sicuramente quello wireless, anche se quest’ultimo prevede costi di manutenzione più alti rispetto a quello filare o misto; mentre, parlando di sicurezza e di affidabilità, i più sicuri risultano senza ombra di dubbio i sistemi filari e misti. A questo punto non vi resta che valutare con attenzione le vostre specifiche esigenze prima di scegliere l’uno o l’altro sistema di antifurto, accertandovi che state comprando prodotti certificati e di qualità.

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli

Opinioni sistema di Antifurto filare: wireless o misto

  1. Per comprare un kit antifurto wireless mi posso fidare anche degli store online o è meglio recarmi in un negozio fisico? è necessario il consulto di un tecnico specializzato?



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *