Kit antifurto fai-da-te: cosa sono e come funzionano

Kit antifurto fai-da-te: cosa sono e come funzionano 4.70/5 (94.00%) 3 voti

I kit antifurto casa fai-da-te sono dei kit preconfigurati e già pronti all’uso. In genere, comprendono una centralina, dei sensori, telecomandi, sirene e accessori. Questi kit, grazie alla loro praticità e alla loro facilità di installazione, sono molto diffusi e richiesti sul mercato. Sono, inoltre, semplici da trovare: infatti, è possibile trovarli nei negozi specializzati, nei centri commerciali, ma anche on line.

Cosa sono?

Quello per cui si differenziano questi kit antifurto è la loro possibilità di poter essere configurati in base alle proprie esigenze personali, semplicemente acquistando prodotti aggiuntivi compatibili. Generalmente si compongono di elementi wireless, ossia senza fili. Si tratta di una tecnologia che assicura una facile installazione e il fatto che non necessitano di opere murarie dà la possibilità anche ai meno esperti di installare il proprio impianto antifurto. In altre parole, senza ricorrere a tecnici e/o professionisti, tutti possono avere un proprio antifurto.

Come funzionano?

Nonostante questi sistemi siano semplici da configurare, alcuni clienti desiderano una pre-configurazione. Sono numerose le aziende che offrono questo servizio di pre-configurazione personalizzata e, quando ciò avviene, il cliente può portare a casa il materiale pronto all’uso. Non dovrò far altre che accendere la centralina e fissare i sensori, nulla di più. I servizi più completi di cui possono usufruire i clienti includono configurazione, parzializzazione e codifica dei sensori; codifica e configurazione dei telecomandi; impostazione dei numeri di telefono da chiamare in caso di allarme.

I vantaggi dei kit antifurto

Il vantaggio principale di questi kit fai da te sta certamente nel costo. Infatti, è molto competitivo e relativamente basso, specie se confrontato con quello di un impianto montato da un installatore professionista. Non va dimenticato, però, che la sicurezza di un impianto non è determinata solo dalla qualità dalle componenti utilizzate. È altrettanto importante un’approfondita analisi del rischio e una corretta installazione. Per questo, non bisogna mai sottovalutare l’importanza di un sopralluogo e una valutazione attenta delle zone più a rischio.

È sempre bene assicurarsi, inoltre, che chi vende il kit antifurto fai-da-te offra anche un minimo di assistenza nella fase di configurazione e installazione. Avere a disposizione un numero verde o un centro assistenza può rivelarsi estremamente utile. Altra aspetto a cui prestare attenzione è alla certificazione. Infatti, è consigliato assicurarsi che l’impianto goda di certificazione, che normalmente viene rilasciata dall’installatore una volta terminata l’installazione.

Così come è giusto e importante risparmiare, è altrettanto fondamentale, parlando di sicurezza domestica, fare sempre scelte oculate e coscienziose. Vista la delicatezza della questione, è cosa buona valutare sempre con attenzione e responsabilità tutte le opzioni disponibili prima di procedere all’acquisto.

 

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli

Opinioni kit antifurto fai-da-te: cosa sono e come funzionano

  1. Scusate, non ho ben chiaro cosa si intende per prodotti aggiuntivi compatibili. Qualcuno può spiegarmi?

  2. Io vorrei dotarmi di questi kit fai da te, ma se nel tempo dovessi avere bisogno di aiuto o di un tecnico specializzato come funziona?



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *