Fruscio altoparlante della centralina

Fruscio altoparlante della centralina 4.00/5 (80.00%) 2 voti

Uno degli aspetti che in questi ultimi anni sta acquisendo sempre maggiore importanza è quello di fornire adeguata protezione ai propri luoghi, siano essi abitazioni, negozi o stabilimenti industriali. Questo perchè negli ultimi anni, sono sempre più frequenti le notizie di cronaca che mettono in risalto furti, tentativi di intrusione e di effrazione da parte di sconosciuti. Per ovviare a questa necessità, è necessario procedere all’installazione di un impianto di antifurto, anche se ricorrere a questa misura di protezione in moltissimi casi avviene solo successivamente ad un tentativo di effrazione.

Sistemi di allarme: diverse tipologie
In commercio esistono diversi tipi di sistemi di allarme ma prima di arrivare ad una scelta bisogna valutare attentamente alcuni aspetti. In primo luogo, bisogna capire in base alle caratteristiche della nostra abitazione quale impianto di allarme si adatta meglio; in seconda battuta, bisogna verificare la tecnologia di sicurezza che viene adottata dall’impianto; infine bisogna capire le garanzie e l’assistenza post vendita che viene assicurata.
La grande varietà di sistemi di allarme proposti alla clientela spazia da quelli più semplici fino a quelli più sofisticati con tecnologia all’avanguardia. Il funzionamento di un antifurto è garantito da due elementi principali: i sensori posti nei punti più nevralgici della propria abitazione (come porte e finestre) e il collegamento degli stessi ad una centralina che ha il compito di analizzare le informazioni provenienti dai sensori e, nel caso ci sia realmente un tentativo di intrusione, far scattare l’allarme. Quest’ultimo solitamente è affidato a sirene e all’altoparlante della centralina che hanno il compito di inviare degli avvisi sonori particolarmente fastidiosi. Analizziamo meglio questi ultimi aspetti.

Cosa succede se l’altoparlante della centralina emette un fruscio
Abbiamo vista che la centralina è uno degli elementi del sistema di allarme che assume maggiore importanza. Infatti, la sua funzione è quella di far scattare gli avvisi sonori nel caso i sensori rilevino qualcosa di anomalo all’interno dell’abitazione. Solitamente, queste centraline sono dotate di un display, dal quale si effettua la gestione dell’intero impianto domestico, e di un altoparlante che aiuta la sirena nell’inviare gli avvisi acustici. Ora può succedere che in alcuni casi, questo altoparlante dia vita ad un fruscio che si rivela particolarmente fastidioso. Durante il giorno, infatti, i rumori che si producono a causa della quotidianità della vita fanno passare questo fruscio totalmente inosservato; ma durante le ore notturne, questo fruscio può comportare serie difficoltà anche nel prendere sonno, poiché si rivela insistente, irritante e insopportabile. Ma esiste un rimedio a questa situazione? C’è una modalità per evitare questo inconveniente? La soluzione più ovvia sarebbe quella di dire: disattiviamo il sistema di allarme. Ma in questo modo la nostra abitazione non sarebbe più protetta. Non ci troviamo di fronte ad un impianto stereo o home TV che possiamo disattivare senza alcun problema. Esistono in ogni caso alcune modalità per ovviare al problema, senza necessità di ricorrere all’intervento di un tecnico specializzato e da effettuare in totale autonomia.

Cerchiamo innanzitutto di capire come si forma questo fastidioso suono dall’altoparlante. Il fruscio si genera in seguito ad alcune interferenze che vengono captate dall’impianto e tramutate in audio. Le interferenze a loro volta sono dovute a campi elettromagnetici che si generano in un qualsiasi punto della casa. L’elettromagnetismo può essere dovuto a diversi fattori come ad esempio la vicinanza della centralina in prossimità di cavi elettrici dell’impianto domestico o dalla presenza di un qualsiasi elettrodomestico. In tali circostanze, la soluzione non è difficile: basta semplicemente spostare la centralina in un altro punto dell’abitazione e saremo liberi dal fruscio in poco tempo. Ovviamente il posizionamento deve avvenire in maniera tale che non ci siano in prossimità né elettrodomestici né tubature con all’interno cavi elettrici.

L’inconveniente di questa soluzione è quello di dover procedere per tentativi in quanto non si può stabilire a priori dove posizionare la centralina. Effettuare una misurazione del campo magnetico che genera il fruscio dell’altoparlante, oltre che difficoltoso, risulta anche inutile. Ormai le abitazioni sono piene di dispositivi ed elettrodomestici che possono generare campi magnetici: personal computer, cellulari, smartphone, tablet, lavatrici e lavastoviglie programmabili tramite app e collegate alle rete internet della propria abitazione solo per citarne qualcuno. Un accorgimento utile potrebbe essere quello di vare preliminarmente una verifica dell’impianto elettrico per essere certi che sia provvisto della messa a terra in modo da evitare la formazione di campi elettromagnetici. Se queste verifiche e operazioni non ci permettono di risolvere il problema del fruscio, una ulteriore soluzione potrebbe quella di collocare la centralina, e il relativo altoparlante, all’interno di una struttura realizzata in legno. Questo materiale infatti gode di un eccellente assorbimento delle onde sonore per cui avremo il vantaggio che un suono lieve come quello del fruscio sia facilmente attutito mentre invece gli avvisi sonori in caso di intrusione sarebbero regolarmente emessi. L’unico inconveniente che questa soluzione comporta è quella estetica in quanto realizzare una cassettina in legno per posizionare al suo interno la centralina non rappresenta certamente il massimo dal punto di vista del design interno della propria abitazione.

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *