Cambio batterie sensori marca

Cambio batterie sensori marca 4.60/5 (92.00%) 2 voti

Il cambio delle batterie dei sensori è un’operazione di manutenzione ordinaria di un impianto d’allarme, da eseguire anche nel caso dei kit fai da te. Trattandosi di un’operazione abbastanza semplice non è necessario rivolgersi ad un installatore, si può procedere anche autonomamente usando qualche piccolo accorgimento.
In primo luogo, bisogna valutare attentamente il tipo di batteria da acquistare. In commercio esistono tante marche e altrettanti modelli più o meno validi e per valutare quale siano la marca e il tipo migliore bisogna prendere in considerazione fattori quali la durata, la capacità di tenere la carica, la capacità di rigenerarsi. Il prezzo varia in funzione di queste caratteristiche e sia nei negozi fisici che negli e-store si trovano prodotti con un buon rapporto qualità/prezzo.
Attenzione, però! Nella scelta, più che sul prezzo bisogna comunque prediligere la qualità della batteria come elemento decisivo: una batteria scadente, infatti, potrebbe danneggiare le componenti elettroniche dell’impianto, potrebbe surriscaldarsi e di conseguenza surriscaldare il circuito di carica, potrebbe gonfiarsi e deformare il vano alloggio batteria.
Tra le possibili scelte rientrano le batterie al litio, che si sono affermate sul mercato negli ultimi anni: più leggere, garantiscono rendimenti migliori in termini di durata e resistenza alle temperature basse e sono particolarmente adatte agli impianti di tipo wireless.
Nella scelta vanno considerate una serie di cose: se l’impianto si trova all’esterno, per esempio, bisogna prediligere una batteria che resista meglio alle basse temperature (il freddo, infatti, riduce la durata delle batterie e in tal caso una batteria al litio potrebbe essere l’ideale).
La maggior parte dei moderni sistemi di allarme – anche quelli fai da te – è dotata di segnalazione acustica e luminosa che si aziona automaticamente quando le batterie stanno per esaurirsi, in modo che si possa intervenire tempestivamente alla sostituzione per garantire l’operatività continua del sistema.
La sostituzione è un’operazione semplice: nelle guide in dotazione con i kit fai da te si trovano tutte le istruzioni del caso e numerosi produttori garantiscono un certo numero di ore di assistenza da remoto, per cui in caso di problemi sarà sufficiente armarsi di pazienza e farsi guidare dall’operatore. Normalmente, comunque, si tratta di un’operazione che va effettuata non più di una volta ogni due o tre anni (le batterie al litio durano anche cinque anni!). Se siete costretti a cambiare le batterie più spesso, è probabile che dobbiate orientarvi su prodotti più performanti. Soprattutto nel caso di kit fai da te wireless, in cui la batteria non costituisce l’alimentazione secondaria bensì l’unica fonte di alimentazione, è bene prediligere batterie di qualità anche a costo di pagare un prezzo più alto.

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *