Antifurto perimetrale

Antifurto perimetrale 4.10/5 (82.00%) 3 voti

Salve,

mi chiamo Marianna e ti scrivo per avere un tuo consiglio sull’installazione di un nuovo impianto di antifurto. La mia abitazione è situata al primo piano, inoltre c’è un balcone perimetrale che si sviluppa tutto intorno. Le finestre e le porte-finestre che danno su questo balcone sono in totale otto. Ho optato per una centrale d’allarme ed un combinatore telefonico con linea fissa e GSM ed un rilevatore con lente a tenda per la protezione di ciascuna finestra. Detto ciò, pensi possa essere una valida soluzione? Se non vado errata ho letto da qualche parte che con i rilevatori a tenda posso lasciare le finestre aperte anche durante i mesi estivi senza correre il rischio di intrusioni… è vero? Ti ringrazio per l’attenzione e per l’aiuto che vorrai darmi!

Un saluto e tanti complimenti per questo blog!

Marianna

 

Risposta:

Salve Marianna,

Prima di tutto ti ringrazio per i complimenti, mi rende molto orgoglioso! Per quanto riguarda il tuo quesito, ti dico subito che secondo me hai fatto bene ad optare per una protezione di tipo perimetrale che sia in grado di prevenire eventuali avvicinamenti all’abitazione da parte di ladri e malintenzionati. I sensori con lente a tenda applicati sopra gli infissi delle finestre creano, per l’appunto, una tenda di raggi infrarossi che protegge in maniera radente l’apertura delle finestre o delle porte finestre. Questi piccoli elementi sono molto difficili da eludere; intercettano la presenza di un intruso tramite la realizzazione di una barriera verticale a forma di tenda. Dunque, per far partire l’allarme, l’area deve essere attraversata, infatti l’applicazione propria questa tipologia di sensore riguarda la protezione dei varchi d’accesso dove si vuole rilevare solo l’attraversamento, dando la possibilità di circolare liberamente sia nell’ambiente interno che in quello esterno alla finestra stessa.   

Ribadisco, come faccio spesso su questo blog, che si tratta di un’eccellente soluzione che ti consente di lasciare aperte le finestre specialmente durante l’estate pur restando protetta all’interno della casa. Devo dire inoltre che non si tratta di un impianto di antifurto molto complesso, oltre al fatto che la spesa sia per materiale necessario che per l’installazione è abbastanza contenuta. Quindi, per quanto riguarda l’aspetto sicurezza ed in base alla tua specifica situazione, rappresenta senza dubbio un buon sistema d’allarme. Detto ciò, una ulteriore buona alternativa è quella di installare anche dei contatti magnetici d’apertura e dei sensori all’interno, te li suggerisco poiché il contatto magnetico protegge dall’apertura indesiderata dell’infisso ma non dalla spaccatura del vetro e, benché sia difficile per un ladro magari entrare soltanto attraverso il vetro rotto, rappresenta pur sempre un aspetto debole dell’impianto da dover compensare. Infine, ti ricordo di aggiungere a quanto detto anche una potente sirena d’allarme per la segnalazione acustico visiva di una eventuale intrusione, così da rendere il tutto davvero completo e funzionale!

Spero di averti fatto un quadro chiaro ed esaustivo delle possibili soluzioni in termini di sicurezza, se dovessi avere bisogno di altri chiarimenti non farti problemi a scrivermi ancora! Fammi sapere, un Saluto e a presto.

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *