Antifurto – Come proteggere una casa isolata

Antifurto – Come proteggere una casa isolata 3.80/5 (76.00%) 2 voti

Ciao,

sono Angelo e ti scrivo perché qualche giorno fa i ladri hanno deciso di introdursi in casa mia. Sono spaventato e preoccupato per la mia famiglia, soprattutto perché la casa è un po’ isolata e anche le Forze dell’Ordine ci mettono un po’ per arrivare sul posto e intervenire. L’unica soluzione, oltre ad essere anche la più immediata, è quella di acquistare e installare un sistema antifurto, ma vorrei qualcosa che protegga già dal giardino, in modo che sia difficile per i ladri avvicinarsi troppo alla casa…Cosa consigli?

Grazie mille

 

Buongiorno Angelo,

ricevere una “visita” da parte dei ladri non è mai un’esperienza che lascia indifferenti e, anche se non si è in casa al momento dell’intrusione, lo shock può essere alto e lasciare strascichi per molto.

L’idea di installare un antifurto è ottima e, a mio avviso, avresti dovuto farlo già da un po’, ma in ogni caso potrà aiutarti a recuperare un po’ di tranquillità.

Per una casa isolata come la tua, io consiglerei un antifurto misto che usa sensori perimetrali e volumetrici: i perimetrali ti aiuteranno a tenere lontani i ladri dalla casa, gli altri per proteggere gli ambienti interni, nel caso qualcosa con i perimetrali non dovesse funzionare a dovere.

Per ora focalizzati sulla tipologia di antifurto da scegliere: hai una predisposizione per un eventuale impianto filare? Se la risposta è no, dovresti optare per uno via radio che è anche quello esteticamente meno appariscente.

Presa questa decisione, passa ad individuare le tue esigenze di sicurezza, fai mente locale su quanti sono i possibili accessi all’abitazione e le zone a più alto rischio.

Se hai bisogno di aiuto per studiare un impianto antifurto ad hoc, torna pure a scrivermi!

Auguri!

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *