Impianto di videosorveglianza e regole condominiali.

Impianto di videosorveglianza e regole condominiali. 4.20/5 (84.00%) 2 voti

Buonasera amici,  dopo tanti anni di sacrificio in un condominio al centro di Bologna, io e mia moglie abbiamo deciso di acquistare una bellissima villettina bifamiliare in un Residence alle porte della città che pareva fornire migliori qualità abitative senza dover sacrificare troppo in termini di sicurezza.

Scelta tutto sommato abbastanza felice fino a quando non abbiamo però dovuto affrontare un problema di scottante attualità, ovvero quello della nostra sicurezza domestica.

Premesso che sono un appassionato della materia, mi accingevo a progettare grazie alle vostre preziose informazioni un buon impianto di allarme concepito con funzione di preallarme, in questo caso rappresentato da telecamere esterne di videosorveglianza.

Mio malgrado però mi sono reso conto che anche un residence è considerato come un maxi condominio, ragion per cui questo sistema andrebbe sottoposto all’approvazione dell’assemblea condominiale.

Cosa mi consigliate al riguardo?

Mimmo.

 

Caro Mimmo.

Bravissimo innanzitutto per il modo con cui sei riuscito a mettere a frutto quelle poche informazioni apprese dal nostro sito.

Ottima innanzitutto l’analisi preventiva di impianto allarme casa con l’ipotesi di una funzione di preallarme rappresentata da un sistema integrato di videosorveglianza esterna che impedisca ogni forma di avvicinamento fraudolento da parte di malintenzionati che, noi comunque affiancheremmo a barriere perimetrali ad infrarossi con funziona anti intrusione.

Detto questo, analizzando il problema dal punto di vista squisitamente legale, dobbiamo riconoscere alla forma giuridica condominiale una vera forma di sovranità nella gestione dell’argomento videosorveglianza (non anche funzione di allarme casa) poiché, come comprenderai, un sistema integrato di videosorveglianza, in ogni caso può incidere sulla vita privata di ciascun condomino.

Per questa ragione, dopo aver progettato dettagliatamente l’impianto da realizzare, con la specifica delle aree inquadrate e della cartellonistica prevista per legge, dovrai richiedere l’indizione di un’assemblea condominiale per l’approvazione del contesto.

Questo ti metterà al riparo da eventuali azioni legali di rivalsa da parte di chiunque.

Torna a scriverci presto.

Ti consigliamo di leggere anche questi articoli

Opinioni impianto di videosorveglianza e regole condominiali.

  1. basta solo informare l’assemblea secondo me

  2. mettici un pochino di cartelli se hai le telecamere.



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *